Cultura

II EDIZIONE DELLO YOGA DAY FESTIVAL

Un festival dedicato alle discipline olistiche con 30 professionisti ognuno con un’attività diversa, una kermesse dedicata all’inclusione con la pratica anche di yoga accessibile e per i disabili, guidata da Alessandra Cocchi di Teramo. Nella splendida cornice di Villa Zagaria a Pergusa, il luogo dove sono coltivate le piante di ulivo provenienti da tutto il pianeta, simbolo di pace, resilienza e abbondanza, il prossimo 23 giugno, sarà possibile trascorrere una giornata all’insegna della natura, del benessere e della felicità. Perchè lo Yoga Day Festival è un contenitore multiforme. Oltre a diversi stili di yoga ci saranno pilates, mindfulness, massaggi olistici, trattamenti shiatsu, osteopatia biodinamica, yoga per mamme e bebè, counseling e teatro, camminate con metodologia naturetherapy, laboratori artistici, tai chi, scrittura creativa, pranayama, bioenergetica, acro yoga,orticoltura terapeutica, musicoterapia, pratiche zen, seminari, performance e laboratori per bambini. Lo Yoga Day Festival, con il patrocinio dellaRegione Sicilia, è organizzato dal Centro Studi “YoDanza”, con la direzione artistica di Valentina D’Angelo, direzione amministrativa di Carmen Contino e direzione di produzione di Cristiana De Luca. L’idea è quella di fare rete tra gli operatori delle discipline ad approccio olistico perdiffondere efficaci pratiche e strumenti di benessere. Un’idea di condivisione, ma principalmente di ampliamento dei concetti di benessere e felicità. E proprio all’insegna di una auspicabile collaborazione tra settori, anche apparentemente distanti, nel corso della giornata si terrà una tavola rotonda dal tema “Nutrire l’amore per se stessi” alla quale parteciperanno medici, psicologi, progettisti del benessere abitativo, che si confronteranno sul tema. Le attività del Festival inizieranno alle ore 9:00 ma già dalle 8:00 sarà possibile registrarsi. Per agevolare la viabilità, un autobus partirà da Enna Alta (piazza Scelfo) alle ore 8:15. Il bus farà poi tappa intorno alle 8:30 al terminal Sais di Enna Bassa, per ripartire verso via Apollo(Pergusa) nell’area delle casette Gescal, dove chi decide di raggiungere Pergusa autonomamente può parcheggiare la propria auto. Dalle Gescal di Pergusa il bus farà poi tappa a Villa Zagaria. Il ritorno al parcheggio e poi ad Enna alta è previsto per le13:30 e la sera a fine evento alle ore 19. Servizio Gratuito

Per prenotare o per altre informazioni consultate il sitowww.yogafestival.it o inviate una mail a info@yogadayfestival.it

DEMETRIADI

Ore 9.30: Urban Center – Inaugurazione della mostra “IL MITO: BELLEZZA E LEGENDA” a cura del Liceo Artistico Regionale “Luigi e Mariano Cascio”.
Ore 10.30: Teatro Neglia – Spettacoli teatrali, coro e burattini realizzati dagli studenti delle scuole primarie e secondarie.
Ore 10.00: Aula Magna I.C. De Amicis – Teatrino di kamishibai in collaborazione con Simona Anna Tudisco.
Ore 19.30: Teatro Neglia – Simposio “parliAmo d’amore” e altre performance teatrali a cura degli studenti.

LINK per seguire l’ieri svolgimento della manifestazione www.progettodemetriadi.it

DEMETRIADI

Ore 10.00: Teatro Neglia – Performance teatrali e video racconti realizzati dagli alunni delle scuole dell’infanzia e primaria.
Ore 15.00: Urban Center – Mostra artistica “I Mitonauti: Viaggio nel Mito attraverso gli Occhi dei Bambini”.
Ore 17.00-19.00: Festa di Demetra – Rievocazione storica con cibo, mito, musiche e cantastorie.

DEMETRIADI

Piazza Belvedere statua di Ade e Kore – Letture per Demetra – staffetta letteraria

Il Comune di Enna e l’Assessorato all’Istruzione sono lieti di annunciare il lancio del progetto DEMETRIADI Fest | Le dee – Le madri – La terra, un’iniziativa culturale volta a riscoprire e rivivere i miti antichi attraverso una lente contemporanea. L’evento si terrà dal 26 al 30 maggio e coinvolgerà istituzioni scolastiche e la comunità locale in una serie di attività artistiche, teatrali e didattiche.
DEMETRIADI SCUOLA intende esplorare il valore del mito e del sacro, con particolare attenzione al ruolo della donna e dell’ambiente. Attraverso vari linguaggi espressivi, come letteratura, cinema e teatro, il festival mira a risignificare luoghi, spazi e identità, promuovendo una riflessione profonda sul senso del sacro nella contemporaneità.
Il mito di Kore e Demetra offre molteplici chiavi di lettura che ci permettono di interpretare il presente come una tappa del percorso dell’umanità. Le declinazioni del mito saranno analizzate sotto diversi aspetti: Antropologico: L’agricoltura, il cibo e la nutrizione come elementi di equilibrio territoriale e formazione individuale; Psicologico: Il tema della crescita, della perdita e del distacco dalla madre; Sociale: La violenza sulle donne e il dialogo tra il femminile e il maschile; Ambientalista: La terra e il ciclo delle stagioni; Mitico-Letteraria: Il recupero delle fonti classiche e delle narrazioni; Etno-Antropologica: La riscoperta di riti, tradizioni e narrazioni orali.
“Le Demetriadi Educational – spiega l’Assessore all’Istruzione Giuseppe La Porta – sono l’espediente con cui attraverso il mito “la comunità educante” educa alla identità comune e alla cittadinanza. Di anno in anno riempiremo le Demetriadi di contenuti Educativi come risposta alla povertà educativa dei nostri ragazzi e della comunità.quest’ anno è stata la volta della violenza di genere, il prossimo anno sarà la volta delle dipendenze, e così negli anni futuri le agenzie educative formali e no, stileranno una sorta di progetto educativo di comunità che sarà la direttrice su cui muoversi. Di pari passo le Demetriadi Fest, saranno l’occasione per Enna e la sua comunità di aprirsi all’esterno con eventi artistici ricorrenti una sorta di appuntamento fisso per quanti vorranno visitare e conoscere la nostra città.Questo è il primo anno e avere coinvolto tutte le scuole è di per sé gratificante e di questo ringrazio tutti coloro che ci hanno creduto e si sono spesi per la realizzazione. sicuramente ci sarà da mettere a punto tante cose ma siamo speranzosi per il futuro”.